13 Dicembre 2019 ore 21.15

ALCHEMICO TRE

PER LA RAGIONE
DEGLI ALTRI

 

per la ragione degli altri

A 150 anni dalla nascita di Pirandello, la Compagnia Alchemico Tre affronta l’autore e il suo teatro confrontandosi con uno dei suoi primi testi: “La ragione degli altri”. La riscrittura ad opera di Michele Di Giacomo e Riccardo Spagnulo prende le mosse dall’originale di Pirandello del 1895 e da una regia di Massimo Castri del 1983. Il testo ridotto a tre personaggi gioca con il teatro-nel teatro prima ancora che il drammaturgo lo formalizzasse. In uno spazio asettico con elementi tecnologici moderni (schermi, microfoni e computer) la vicenda pirandelliana si ricrea forzatamente senza possibilità di uscita. Marito, Moglie e Amante, tre personaggi incatenati tra loro da un segreto, sono chiamati sulla scena per raccontare la loro storia. Il Marito ha due famiglie: quella legale, sancita da un matrimonio con una donna milionaria e quella nascosta con l’Amante, dove per l’amore non c’è più spazio. Per mantenere la sua doppia vita, il Marito lavora come cronista in un quotidiano di provincia. La “provincia italiana” quel luogo in cui le persone vivono con la consapevolezza che i loro fatti privati possano viaggiare di bocca in bocca e finire sulla pubblica piazza. E gli Altri infatti vedono e parlano. Quando il segreto cessa di essere tale, il Marito è costretto ad abbandonare la sua finzione e scegliere da che parte stare, ma solo dopo aver disperatamente cercato una risposta alla domanda che lo ossessiona, oggetto della sua inchiesta giornalistica: che cos’è la Famiglia?

Per la Ragione degli Altri

Un tradimento di Pirandello


con
Giorgia Coco, Michele di Giacomo,
Federica Fabiani


riscrittura
Michele di Giacomo
Riccardo Spagnulo

regia di
Michele di Giacomo

scene
Riccardo Canali

responsabile tecnico e luci
Valentina Montali

video
Giuseppe Cardaci

suono
Fulvio Vanacore

produzione
Alchemico Tre