Vinaora Nivo Slider 3.xVinaora Nivo Slider 3.x

OTTOBRE - DICEMBRE 2018

"NIENTE TRUCCHI DA QUATTRO SOLDI"

A cura di Corinna Lo Castro e Francesco Bolo Rossini

 

"Ci ricordiamo di cose che potrebbero non essere mai successe." Harold Pinter    

Da Raymond Carver a David Forster Wallace: liberi esperimenti sulla costruzione del personaggio.

 

Tecniche di respirazione, training voce-corpo, cenni di dizione e prossemica,

improvvisazione e scrittura creativa per la costruzione del personaggio.

 

Inizio Corso 15 Ottobre 2018 ore 20.30

 

GENNAIO - MARZO 2019  

"LE PAROLE TRA NOI"

 A cura di Corinna Lo Castro

Prove per un radiodramma

 

Il rapporto tra voce e corpo nella lettura espressiva per la recitazione al leggìo.

 

  • I laboratori sono rivolti ad attori professionisti e non professionisti, e si svolgeranno tutti i lunedì/martedì dalle 20.30.
  • Ciascun Laboratorio è suddiviso in 10 incontri della durata di 3 ore.
  • È possibile partecipare anche ad un solo trimestre. Max 20 allievi.
  • Per la partecipazione è richiesta la maggiore età.  

 

 

INFO E ISCRIZIONI:

333 7853003 

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 

 

 

 

 

 

 

 

Corinna Lo castro

Diplomata presso l'Accademia Nazionale d'Arte Drammatica Silvio d'Amico sotto la guida di Ferrero, Fabbri, Ronconi, Clough e Camilleri. È miglior attrice protagonista al 'FanoInternationalFilmFestival', primo premio ex aequo con R. Herlitzka nella rassegna 'Attori in cerca d'autore'. In teatro è diretta da Bolognini, Salveti, Scola, Nekrosius, Pezzoli, Calvi, Quartullo, Tavassi, Venturini, Pasquini, Prato, Rondinelli ed è protagonista femminile con N. Marcorè (L'apparenza inganna) e con G.M.Tognazzi (Prima Pagina). Al Brancaccino di G.Proietti interpreta il monologo 'Edipo Rebus' di Pasquini-Lo Castro.In cinema debutta ne 'Il Ciclone' di L.Pieraccioni, è fra i protagonisti di 'Gente di Roma' di E.Scola e di 'Nessuno al suo posto' di G.Albano; nel 2015 è alla 72' Mostra Cinematografica di Venezia tra i cinque personaggi de 'L'attesa' con J.Binoche, di P.Messina. Partecipa a varie fiction Rai e Mediaset e a 'Raiot' di S.Guzzanti; collabora per 10 anni con Radio3Rai, è insegnante di recitazione dal 2008 e attualmente è docente di 'Comunicazione verbale e non verbale' presso il Centro Italiano di Studi Superiori di Giornalismo Radiotelevisivo-Rai.

 

Francesco Bolo Rossini

Attore e regista perugino da più di venticinque anni in ambito cinematografico, televisivo e teatrale, dove spazia dal classico all'avanguardia, dalla ricerca al cabaret d'autore. Negli anni '80 è tra i fondatori di "Area Piccola", un gruppo teatrale che si afferma subito a livello nazionale vincendo il premio ETI Scenario. Successivamente sono importanti le esperienze professionali milanesi al Piccolo Teatro con Paolo Rossi e Giampiero Solari e col Teatro dell'Elfo diretto da Elio De Capitani e Ferdinando Bruni. Nella seconda metà degli anni '90, al Teatro Stabile dell'Umbria, incontra Luca Ronconi, con il quale collaborerà in numerose produzioni fino al recente 'Pornografia'. Per il cinema, lavora von numerosi registi tra i quali Liliana Cavani (Francesco), Dario Argento (Dracula 3D) E Pupi Avati (I cavalieri che fecero l'impresa). In televisione è presente in alcuni noti serial, tra cui "Elisa di Rivombrosa" (II e III serie), "La Squadra", "R.I.S", "Il commissario Rex" e "Terapia d'urgenza". Alla soglia dei 40 anni decide di tornare nella sua terra d'origine, l'Umbria, dove fonda in collaborazione con Offucina, la MaMa e Israel Horowitz (USA) la Compagnia Horowitz-Paciotto. Contemporaneamente intraprende un percorso dedito ad insegnare e mettere a disposizione di altri la propria esperienza di lavoro. Attualmente, dopo una lunga tournée de "L'ora di ricevimento" diretto da Michele Placido, è impegnato ne "Il Maestro e Margherita" diretto da Andrea Baracco per il teatro stabile dell'Umbria. Come regista ha esordito mettendo in scena nel 1993 "In Etere" (finalista al premio Scenario) continuando poi con numerose produzioni fino alle recenti "Jubilaum" e "Giobbe".