Vinaora Nivo Slider 3.x

 

IL MIO SLANCIO è INFINITO COME IL MARE

LABORATORIO TEATRALE PER RAGAZZI

DAI 13 AI 17 ANNI

 

A cura di Massimiliano Burini

e di Giuseppe Albert Montalto

 

 

Lunedì 18 Ottobre 2020

Dalle 16:30 alle 18:30

INFO E ISCRIZIONI:

Fulvia Angeletti 333 7853003
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

 

 

"Quando si odia con tanta passione è qualcosa di se stessi che si odia"
Evelyn Waugh

 

Il laboratorio di quest’anno partirà da una delle operare più famose del teatro mondiale Romeo e Giulietta di William Shakespeare. Attraverso lo studio fisico e l’analisi del testo, il laboratorio si muoverà dentro le parti invisibili nascoste a chi legge, amplificando le emozioni e le situazioni dell’opera fino a rintracciarle anche nella nostra quotidianità, nel nostro presente. I due giovani di Verona e i loro coetanei vivono le insicurezze, le passioni e i timori che viviamo o abbiamo vissuto tutti noi. Affrontano tutto questo in una società difficile, problematica e ricca di odio. Cosa vuol dire vivere circondati dall’odio,dalla paura, dalle differenze e dal sospetto?  che cosa impedisce a Romeo e Giulietta di vivere il loro amore?  Dove nasce la tragedia?

 

GIUSEPPE ALBERT MONTALTO Laureato in Conservazioni dei Beni culturali, decide di seguire la sua naturale inclinazione per le arti della scrittura, collaborando con scrittori e antropologhi nella correzione di bozze di libri e testi. La passione per la scrittura lo spinge a studiare il mondo del fumetto e dello storyboard avvicinandosi quindi al cinema. Nel 2010 insieme a Carolina Balucani attrice e drammaturga, danno vita ad un percorso di ricerca che approda alla messa in scena di “*Dio Nascosto” opera vincitrice del bando Nutrimenti e “L’America Dentro” vincitore del premio Nazionale Giovani realtà Nico Pepe e Teatri del Tempo Presente. Dal 2018 inizia la collaborazione con Occhisulmondo come Dramaturg di compagnia e scrive con Massimiliano Burini la drammaturgia de “Il Nero” testo presentato in forma di lettura al Theatre de la Ville nel festival internazionale Chantier d’Europe 2018.

 

MASSIMILIANO BURINI


Dopo il Diploma in Regia presso l’Accademia Nazionale di Cinematografia e delle Arti Sceniche di Bologna, perfeziona la sua formazione d’attore alla Scuola d’Arte Drammatica di CINECITTA’ ROMA. Durante la Biennale di Venezia nel 2007 viene selezionato nel progetto Metodika, diretto da Anatolij Vassil’ev e Jurij Alschitz dove partecipa come giovane regista. Il suo percorso di attore e regista, spazia tra diversi generi e metodi che oggi si concentrano nel lavoro con la compagnia “Occhisulmondo”. Fondamentali per la sua crescita artistica e professionale sono stati gli incontri e le collaborazioni con grandi artisti come Antonio Latella, Danio Manfredini, Massimiliano Civica, Emma Dante. Il lavoro e lo studio sul corpo lo portano ad incontrare danzatori e coreografi Internazionali. Con il suo lavoro con la compagnia Osm ottiene la Vetrina Nazionale della danza d’autore Anticorpi al festival Ammutinamenti nel 2010. Finalista la Premio Dante Cappelletti per la Drammaturgia e Vincitore del premio Dante Cappelletti nel 2018, due volte Finalista al Premio Scenario Infanzia e Menzione Speciale 2014. È’ Assistente alla Regia di Antonio Latella per la produzione “L’importanza di Essere Earnest” con lo Stabile dell’Umbria e assistente di Massimiliano Civica per la produzione Enrico e Quinto di Fontemaggiore della quale è anche Drammaturgo.